News
Coltivazione

Allevamento

Certificazione

Mercato e Marketing

Politiche agricole

Legislazione



per una ricerca più efficace
utilizzate una singola parola

Contribuiti per l'agricoltura biologica in Emilia Romagna

In seguito alla decisione presa dalla Regione Emilia Romagna per quanto riguarda l'apertura di un nuovo bando della Misura 214 entro la fine dell'anno, si ritiene utile comunicare alcune precisazioni in merito pregando di dare ampio risalto alla notizia ai fini di un'adeguata adesione da parte delle aziende agricole interessate in modo da recepire al massimo le opportunità messe a disposizione dal PSR.

Come anche riportato sull'ultimo numero della rivista mensile regionale "Agricoltura" la Regione Emilia Romagna, a seguito della verifica delle risorse ancora disponibili, ha deciso di mettere in campo tutte le opportunità offerte dai regolamenti comunitari per sostenere le misure agro-ambientali (Misura 214). Tale opportunità verrà messa in atto sia tramite il prolungamento degli impegni attualmente in corso ed in scadenza in data 09/04/2013, sia tramite l'attivazione di un nuovo bando, con scadenza di presentazione delle domande provvisoriamente prevista in data 14/12/2012.

Per quanto riguarda pertanto il prolungamento degli impegni in corso, le aziende interessate avranno la possibilità di presentare una domanda detta "5+1". In questo caso l'impegno terminerà in data 09/04/2014 e le condizioni di accesso resteranno invariate rispetto a quanto fino ad ora previsto dall'adesione alla Azione 2 della Misura 214.

Relativamente invece alla domanda di impegno sul nuovo bando vengono fornite di seguito, in modo schematico, alcune precisazioni utili ai fini applicativi e di chiarimento circa la gestione delle pratiche:
come già detto la scadenza per la presentazione delle domande è fissata al momento per il 14/12/2012;
le modalità attuative ed il bando applicativo avranno valenza regionale e non più provinciale, di conseguenza le graduatorie a livello provinciale verranno stilate sulla base di criteri identici su tutto il territorio regionale e non più in base a quanto previsto nei PRIP;
i criteri sono i medesimi relativi ai precedenti bandi, quindi in ordine decrescente di rilevanza: priorità territoriali, priorità tecniche, priorità soggettive;
il bando è aperto solo per le Azioni 1 (Produzione Integrata), 2 (Produzione Biologica) e 9 (Conservazione di spazi naturali e seminaturali e del paesaggio agrario) della Misura 214; sarà necessario aprire il bando anche per la Misura 216 Azione 3 (Ripristino di spazi naturali e seminaturali e del paesaggio agrario) in modo da poter assolvere da parte delle aziende di pianura gli obblighi previsti per quanto riguarda l'azione relativa alle produzioni biologiche (elementi naturali pari al 5% della SAU);
su tutto il territorio regionale non è ammessa l'apertura di altre azioni relative alla Misura 214;
il bando viene aperto senza alcuna limitazione per quanto riguarda i pagamenti delle colture interessate dalle domande, ciò significa che per quanto concerne le produzioni biologiche tutte le foraggiere inserite in rotazione godranno dell'aiuto previsto dall'azione;
le aziende che hanno un impegno in corso con scadenza in data 09/04/2013 potranno aderire al nuovo bando di durata quinquennale; tenendo conto del fatto che si intende allineare l'impegno all'anno solare, come per le altre domande, il primo anno di impegno avrà durata dal 10/04/2013 al 31/12/2013 e l'aiuto previsto dovrà essere proporzionalmente commisurato a questa durata;
le aziende con impegno in corso potranno pertanto decidere se aderire al nuovo bando o se prolungare l'impegno in corso di un anno, come sopra descritto;
il premio previsto è identico a quello dell'ultimo bando aperto e medesimi sono gli impegni;
i nuovi impegni sono soggetti alla cosiddetta clausola di revisione, di conseguenza le aziende che decidono di aderire al presente bando, se portano a termine l'impegno, si devono adeguare a quanto previsto per analoga misura/azione nella prossima programmazione;
se le aziende dovessero ritenere i nuovi impegni troppo onerosi o i nuovi premi poco remunerativi sarebbero libere di interrompere gli impegni stessi senza andare incontro ad alcun obbligo di restituzione degli aiuti già percepiti;
allo stato attuale dei fatti, tenendo conto della lunga discussione in corso sui nuovi regolamenti comunitari, è plausibile ritenere che la citata clausola di revisione vada applicata a partire dal 01/01/2015;
le aziende che dovessero ritenere conveniente per loro farlo, a partire dal 01/01/2015 potrebbero recedere dall'impegno in corso per aderire all'eventuale nuovo bando per le produzioni biologiche previsto sulla nuova programmazione.

In seguito all'esame fatto circa la disponibilità di fondi la Regione Emilia Romagna ritiene di poter finanziare tutte le domande per le produzioni biologiche che dovessero essere presentate. Per questo motivo, tenendo anche conto dei vantaggiosi meccanismi sopra descritti, si ritiene importante procedere da subito alla promozione del prossimo bando relativo alla Misura 214 ed invitare le aziende interessate a mettersi in contatto con il proprio tecnico di fiducia ed a regolarizzare al più presto la situazione di eventuali nuovi terreni di possesso sia per quanto riguarda l'anagrafe delle aziende agricole che per quanto concerne il sistema di controllo delle produzioni biologiche.

18 ottobre 2012

REGISTRATI
CON IL CONTRIBUTO:
STATI GENERALI DEL BIOLOGICO: